….Spazi: infiniti e sconosciuti, bianchi come nuvole, delimitati da un cielo azzurro irreparabile, intagliato dal profilo altero e maestoso di creste e di cime.
Lo sguardo di queste montagne e` un misto di purezza ed essenzialita` che la presenza dell’uomo non riesce a scalfire. A questi occhi inflessibili e` impossibile sottrarsi: non esiste riparo dallo sguardo impassibile di questo cielo.

Qui e` il tempo, piu` che l’ossigeno, a diventare rarefatto: passato e presente si fondono nella fissita` sospesa di un istante in cui riprende vita anche l’essenza delle cose ormai andate perdute.

         La Seggiovia Fantasma
          "Alpe Cialma"

                           

Non c'è fantasia senza una traccia del nostro passato, 
né ricordo senza i colori del sogno!
           
                                                       
(F. Giovannini)

 

 

 

 

                           

L’impianto, situato in Valle Orco (TO), venne costruito intorno agli anni ’50, ed è rimasto in funzione per circa 20 anni. La sua attivita` si concluse poi per la mancanza dei fondi necessari al rifacimento delle varie infrastrutture.
Era costituito da una seggiovia con la stazione di partenza a Locana ( paese un tempo ricco di turismo e attività commerciali ad esso collegate, oggi ridotto all’essenziale), e da una stazione intermedia in località Carello, dove arrivava la seggiovia e da cui partivano gli skilift che conducevano in cima alla montagna, offrendo un panorama indimenticabile.
Oggi non ci sono piu` skilift disponibili per arrivare in cima: quel panorama, l’unico ad esser rimasto immutato, ormai e`privilegio dei pochi che ancora si ostinano a raggiungere la vetta, e col fiato mozzo per la fatica, si guardano intorno, per ricordare o dimenticare.

 

 

 

 

 

Stazione di partenza
              
 

        

 

L'edificio

 

Il ... fienile.
La biglietteria

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                 Stazione intermedia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il ristorante

 

 

 

Gli skilift

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il mezzo di trasporto!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ciò che resta dell'hotel vicino al baby.

 

 

 

 

Il Baby

 

 

 

 

 

   Lost & Least © - all right reserved.
  
L'utilizzo anche parziale di testi e immagini deve
    essere consentito e concordato con gli autori.

 

 

 

 fotografie & testi: w. bert Ó
(
Sony P50 – gennaio 2003 )

 

 

 

 

 

 

 

Panorama del Massiccio del Gran Paradiso (unico 4000 interamente italiano) fotografato da Punta Cia.